22 Set 2015

La prima domenica di Novembre

La poesia “La prima domenica di Novembre” è stata scritta da Tonino Guerra nel 1982 e contenuta nel libro “il miele”.
Non sono un cultore di Tonino Guerra e trovo sinceramente il dialetto Riminese un po’ ostico ; sono cresciuto con le sonorità di quello di Cesena che è più musicale, più arrotondato. Quando arriva l’autunno però mi piace rileggermi questa poesia, “La prima domenica di Novembre” o se preferite “La pròima dmènga d’Novembar”.
C’è tutta la Romagna dentro.

Du dè fa ch’l’era la pròima dmènga d’novembar
u i èra una nebbia ch’la s taièva se curtèl.
I èlbar i èra biènch ad broina e al strèidi e la campagna al parèva quèrti d’lanzùl.

Pu l’è avnù fura è sòul
ch’l’ à sughè l’univèrs e sultent agli òmbri
agli è resti bagnèdi.

Pinèla è cuntadòin è lighèva al vòidi
de filèr sa degli èrbi sècchi ch’è tnèva tra gli urècci.
Intènt ch’è lavurèva me a zcurèva d’là zità ,
dlà mi vòita ch’l’era pasa t’un balèn
e ch’ um fèva paèura la morta.

Aloura l’a fèrum tott i rumeùr
ch’è fasèva sal mèni
e sòul adès u s’è santoi un gazòt ch’è cantèva
a là dalòng .

U m’à dètt : parchè paèura?
La morta l’a n’è mèga nuiòsa,
la vèn una vòlta snò .

da “il miele”, di Tonino Guerra, 1982

Leave a Comment